agrispazio

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Funzioni dello stato

Diritto

FUNZIONI DELLO STATO E LORO CARATTERIZZAZIONI
Funzione Legislativa dello Stato
Lo stato elabora l'ordinamento giuridico tra i soggetti e tra soggetti e stato.
Questa è un'attività generale e astratta.
. Quella Generale ha come oggetto un gruppo o tutti i cittadini, oppure una categoria di cittadini.
. L'attività Astratta è rappresentata dal fatto che ogni volta che viene fatto un ordinamento si fa una previsione astratta che disciplinerà il futuro.
Ciò che può accadere nella realtà non si ferma all'astrazione (ad esempio l'organizzazione dell'università).
Non spetta però al legislatore ad occuparsi della realizzazione pratica e organizzativa concreta della volontà legislativa.
   Il Legislatore fa le leggi per l'interesse della collettivtà e non per un soggetto, facendo con l'ordinamento una previsione in astratto.
La volontà legislativa viene realizzata dal potere Esecutivo
. Riepilogo_ L’ordinamento giuridico è dettato dallo stato. Tale attività è definita generale e astratta.
-Generale: riguarda la generalità
- Astratta: consiste nell’emanare leggi e ordinamenti che verranno attuate dai vari ordini (questura --> passaporti. Non legislatore).
La messa in concreto avverrà dopo con i tribunali, sanzioni, reclusioni ecc… secondo le varie condizioni
Funzione Esecutiva – Amministrativa dello Stato
Gestisce l'amministrazione dello Stato realizzando la volontà legislativa.
Amministrando si esegue l'ordinamento astratto emanato dalla funzione legislativa. Per cui questo potere si occupa della esecuzione della volontà legislativa e ciò è un fatto Concreto e non astratto.
Esempio:   - Previsione: guida dell'autoveicolo se il cittadino è competente ed è in grado (lo dice la legge)
                - Esecuzione: rilascio della patente dall'ispettore.
La funzione esecutiva ha il carattere della discrezionalità.
La Pubblica Amministrazione talvolta viene risarcita dalla legge. La discrezionalità è la capacità di poter utilizzare mezzi diversi per raggiungere il fine preposto dalla legge.
La legge non deve essere troppo rigida per lasciare spazio alla discrezionalità.
 Ad esempio tutelare gli spettatori di una partita di calcio vuol dire anche reprimere la violenza, ma la legge non specifica cosa fare, ovvero non dice di usare idranti piuttosto che lacrimogeni oppure di sospendere la partita.
In base alle diverse situazioni ci devono essere delle diverse valutazioni del fenomeno e quindi delle diverse reazioni per raggiungere l'effetto voluto.
Tuttavia a volte la legge elimina o evita la discrezionalità come ad esempio nel caso di un esame di maturità o della valutazione del territorio, e fa ciò per avere giudizi uniformi e spontanei, e quindi la legge spiega passo passo tutti i vari parametri con cui valutare l'oggetto in esame sia esso il territorio o uno studente.
    Anche la Pubblica Amministrazione è sottoposta alla legge secondo il Principio di Legalità.
I legislatori sono liberi ma davanti hanno la Costituzione.
     Il potere esecutivo non può creare la legge ma solo applicarla e dunque non può neppure contrastarla ma solo rispettarla, e questa è una tutela per il popolo il quale è anch'esso soggetto alla legge.
. Il cittadino non è all'arbitrio della pubblica amministrazione perchè anche questa è regolata e deve rispettare la legge.
In definitiva il potere esecutivo non può fare delle normative o delle modifiche alla legge.
. Riepilogo_ Attività Amministrativa: attività che possiede anche il carattere della discrezionalità e della concretezza.
- Discrezionalità: comportamento in relazione alla situazione.
Nelle leggi ci sono discrezionalità quando si attribuisce libero fare alla pubblica amministrazione.
Se invece non c’è discrezionalità la legge deve essere seguita in maniera rigida.
Ci sono alcuni settori che ancora non sono stati disciplinati, come il conflitto d’interesse
Funzione Giurisdizionale
Viene esercitata ad esempio nel tribunale d ha la funzione di punire chi ha violato la legge.
Questa funzione può essere di varia natura:                             - Penale
                                                                                           - Illecito Amministrativo
                                                                                           - Civile               
La funzione giudiziaria è svolta per mano del giudice che emette sentenze di condanna qualora risulti evidente la violazione della legge.
La funzione giurisdizionale oltre a punire ha anche una rilevante funzione nella reintegrazione della situazione prima che la legge venga violata per quanto possibile.
. Riepilogo_ Attività Giurisdizionale: ove c’è violazione di legge si incorre in una sanzione.
L’attività Giurisdizionale viene manifestata quando viene violata la legge, viene esercitata dal giudice che è sottoposto alla legge.
Solo il legislatore è libero, trova il limite nella costituzione.
Riassumendo:

_ STATO: è l’ordinamento giuridico. Lo stato è fondato e formato dai cittadini. Gli stessi cittadini stabiliscono i rapporti tra stato e cittadini e tra cittadini e area amministrativa derivata (regione, provincia, comune).
_ELEMENTI COSTITUTIVI DELLO STATO:                   - Popolo: complessi di individui che vivono nello stesso territorio, in una comunità basata su legami comuni di lingua, costumi e religione.
                                                                                              - Territorio: superficie entro la quale vive il popolo e comprende suolo, spazio aereo, sottosuolo ed acque territoriali (entro 13 miglia dalla costa).
                                                                                              - Potestà d’impero: potere esclusivo di scelta esercitato dal popolo che si realizza attraverso la costituzione che evita l’Anarchia e stabilisce la supremazia del diritto. Se la legge non viene rispettata si hanno delle sanzioni.
. Diritto Oggettivo: comportamento da rispettare (complesso di norme)
. Diritto Soggettivo: destinato ad un soggetto (far valere i propri diritti)
_ POTERI DELLO STATO:sono 3                        - legislativo: provvede a fornire un ordinamento giuridico ed è esercitato dal parlamento secondo due principi:
. Generalità: la legge è rivolta a tutti i cittadini nessuno escluso
. Astrattezza (??): deve prevedere tutti i casi possibili che si possono verificare nella realtà e tutte le situazioni che possono verificarsi e queste devono coincidere con la legge.
                                                                               - Esecutivo: è la funzione amministrativa ed è in mano al potere del governo che deve attuare le leggi. Agiscono due principi fondamentali:
. Correttezza (??): attua la funzione legislativa e gestisce casi particolari
. Discrezionalità: libertà nell’attuazione limitata all’obbiettivo che la legge deve regolamentare e decidere nella pratica quali strumenti attivare.
                                                                               - Giudiziario: funzione giuridica esercitata dalla magistratura, applicazione delle sanzioni con lo scopo di risolvere situazioni compromesse cercando ri ristabilire lo stato preesistente al reato.


Torna ai contenuti | Torna al menu